AirGun Zeta
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Baikal

BAIKAL IZH-61

Divertente. E' l'aggettivo che meglio descrive questa piccola carabina compatta costruita in Russia. Funzionamento a molla, calibro .177, scatto da gara caricatore da 5 colpi, rapido armamento sidelever e aspetto da fucile d'assalto militare, fanno di questa carabinetta una micidiale arma per l'eliminazione di barattoli e lattine.
La Baikal IZH-61, è una delle più divertenti armi ad aria compressa che abbia mai acquistato. Il suo miglior pregio è proprio questo, quello di essere estremamente divertente e piacevole da utilizzare. Il tutto con una spesa inferiore ai 200 euro. Ma andiamo con ordine; la Baikal IZH-61 è una piccola “springer” a canna fissa, molto economica nel prezzo, costruita quasi interamente in materiale sintetico e dall’aspetto decisamente atipico. Somiglia vagamente ad fucile d'assalto. Da quando è stato liberalizzato l’uso di queste armi in gran parte dei paesi dell'Unione europea, si è creato un grande interesse, da parte dei produttori rivolto a questo settore di mercato. Se da una parte i tedeschi la fanno ancora da padrona, proponendo modelli piuttosto classici nel funzionamento, ma assolutamente perfetti e ultimamente anche accattivanti nell'aspetto. I russi si propongono come dei veri e propri innovatori, proponendo dei modelli dalla meccanica spesso fantasiosa, ma assolutamente originali. E’ russa ad esempio, la famosissima e famigerata pistola a CO2 Anics Skif A-3000, in grado di sparare ben 28 colpi di qualunque tipo, contenuti in un caricatore che somiglia molto a quelli delle vere pistole semiautomatiche che prende il posto del classico tamburino da 8 colpi presente in praticamente tutte le pistole di produzione tedesca o americana. Questa pistola nonostante si fosse fatta la fama di essere molto imprecisa, ha avuto ugualmente un successo commerciale incredibile, proprio a causa dell’originale sistema di funzionamento che la faceva somigliare ad una vera pistola automatica.
Baikal IZH-61
Anche questa carabina presenta delle soluzioni a loro modo innovative. La prima cosa che si nota guardandola sono le dimensioni estremamente compatte. Le forme sono molto marziali e le finiture in nero opaco, con un effetto “sporco” che rende ancor più l'idea di trovarsi di fronte ad una spartana e poco sofisticata arma militare. L’occhio un po’ più esperto invece, non può non notare che, nonostante le dimensioni estremamente compatte dell’oggetto, la canna è decisamente lunga. Ma soprattutto si nota che manca il classico tubo della molla tra la canna e il grilletto. Solo dopo un attento esame, ruotando la carabina dall’altro lato, si capisce che il pompante è posizionato quasi completamente all’interno del calciolo. Alla fine questa carabinetta, ha una canna lunga un paio di centimetri in più della Norica Krono, che possiedo, e che è un classico fucile con calciatura in legno, di taglia media molto più pesante e affaticante.

Baikal IZH-61
Sul lato sinistro del castello, subito sopra al grilletto, c’è un piccolo foro dove alloggia un caricatore prismatico in plastica da cinque colpi, che trasla in orizzontale dopo ogni sparo. Gli alveoli che contengono i colpi sono ad imbuto e piuttosto larghi. E' buona abitudine inserire il caricatore tenendo la carabina con la volata rivolta verso il basso per impedire la caduta dei pallini. Incastrando i diabolo per mezzo di un piccolo attrezzo è possibile tenere un caricatore carico in tasca, pronto per un cambio rapido.
Baikal IZH61
Il caricatore si muove verso l’esterno spinto da una molla e si blocca ogni volta con un diabolo allineato alla canna, grazie ad una serie di intagli presenti sulla sua parte superiore. I pallini vengono spinti in canna da un otturatore, che a sua volta è movimentato direttamente dalla leva di armamento posta sul lato destro. Contrariamente a quanto si possa pensare i colpi non vengono sparati direttamente dagli alveoli del caricatore, ma vengono inseriti direttamente in canna, esattamente come succederebbe con una PCP multishot. Questo permette di evitare tutti quei problemi dovuti alla non perfetta tenuta dei vari elementi mobili, o al non perfetto allineamento del pallino con la canna, a tutto vantaggio della precisione e della costanza della spinta dell’aria sul pallino.
Baikal IZH61
Qualcuno lamenta il fatto che se non si contano i colpi sparati, si rischia di sparare a vuoto. Man mano che si spara, il caricatore fuoriesce dalla sua sede; controllando di quanto è fuoriuscito, possiamo capire quanti colpi restano da sparare. Per evitare il fastidio di sparare a vuoto è sufficiente sapere che quando si contano tre fori che fuoriescono dalla guida i colpi sono terminati. Se proprio volete fare i fighi, potete dare una pennellatina di vernice rossa all’ultimo degli intagli superiori che spuntano quando avete sparato l’ultimo colpo, in modo che il segno rosso diventi un segnale di fine colpi.

La leva di armamento, che comprime la molla all’interno del pistone è in lamiera stampata e piegata. Quando è chiusa è vincolata al receiver tramite un semplice perno metallico, impegnato da una levetta spinta da una molla. Sull’estremità della leva di armamento trovano posto una piccola manetta di plastica e la parte terminale di questa levetta.

Baikal IZH61
Per disimpegnare la leva d’armamento e caricare il pompante è sufficiente premere questa levetta. All’inizio azionare questo comando è un po’ faticoso, ma in poco tempo la manovra diventa del tutto naturale. Lo sforzo necessario al caricamento della molla è piuttosto contenuto, tanto che risulta abbastanza semplice effettuare il caricamento direttamente lasciando la carabina in punteria. La facilità di caricamento, unita alla possibilità di caricare cinque colpi alla volta, rendono questa Baikal concettualmente molto simile ad una soft-air. In effetti si può tranquillamente affermare che la IZH-61 è facile e divertente come una soft-air, ma con potenza e precisione di una 4,5 mm.
Baikal IZH61
Riportata la leva in posizione di riposo siamo pronti a sparare. Se non fate attenzione a riagganciare la leva al perno di ritegno (le prime volte può succedere), non accadrà nulla di male, la leva farà semplicemente uno scatto verso l’esterno mossa dal rinculo dello sparo. Meglio comunque bloccarla bene. Quando tirate la leva d’armamento potete facilmente vedere l’otturatore che esce fuori dalla culatta. Si tratta di un tondino di metallo che spunta dalla parte posteriore in plastica della carabina. Potete vedere questo particolare in foto.
Baikal IZH61
Quando si spara il quinto colpo bisogna togliere il caricatore per sostituirlo con uno carico. Agendo sull’apposito comando posto subito sopra al foro di inserimento si nota che il caricatore risulta essere bloccato. A bloccarlo è ovviamente l’otturatore che lo passa da parte a parte. Quindi è necessario aprire la culatta per poter estrarre il caricatore. Per arretrare l’otturatore si possono utilizzare due modi; se si vuole fare una sostituzione veloce e continuare a sparare subito dopo, si può semplicemente tirare indietro la leva d’armamento, la quale trascina con se con se l’otturatore e lo blocca in posizione aperta permettendo la sostituzione del caricatore. Oppure si può aprire l'otturatore in qualunque momento, senza dover necessariamente caricare la molla, spingendo la levetta di metallo bianco posta sul lato destro.
Baikal IZH61
Fate ben attenzione, però, ad effettuare questa operazione a carabina disarmata. Questa operazione infatti non disarma in alcun modo la molla e non scarica la canna dell’eventuale pallino. Quando si maneggiano le armi, occorre sempre prestare la massima attenzione a quello che si sta facendo e dimenticare un pallino in canna non è proprio il massimo, in termini di sicurezza.
Baikal IZH61
Subito sotto alla culatta è presente il grilletto protetto da un ponticello di forma classica. L’impugnatura a pistola è ambidestra. L'ergonomia dell'impugnatura potrebbe senz’altro essere migliorata, per garantire un maggior comfort. In ogni caso niente di negativo, il fucile si impugna con naturalezza, solo che non mi piacciono granché i due inserti anatomici all’altezza del dito indice. Il grilletto invece, è di sicuro il particolare di maggior pregio dell’intera carabina. Da qualche parte in rete troverete addirittura scritto che si tratta di uno scatto degno di un’arma olimpionica. Senza esagerare lo scatto è completamente regolabile, sia come peso che come corsa, ed è di una dolcezza inusuale per una springer così economica, tanto che poi si rimane un po’ spiazzati quando si torna a sparare con armi più classiche.
Baikal IZH61
Il calcio è allungabile tramite il vitone che spunta da sotto. Oltre alla regolazione che avviene agendo su questa enorme vite, c’è una ulteriore possibilità di modifica, smontando completamente il calciolo e spostando in posizione più arretrata il dado che ancora la vite. Arretrare questo dado, ha un effetto benefico sulla stabilità dell’intera costruzione, durante la manovra di carica. Quando la leva di armamento arretra, questa va ad interferire con il calciolo, piegandolo leggermente; come conseguenza, anche il vitone si svita leggermente e dopo un po’ il calcio comincia a ballare. Arretrando il dado si evita questa interferenza e si guadagna in stabilità. Il vitone rimane così sempre ben serrato e il calcio stabile.
Baikal IZH61
Baikal IZH61
Infine parliamo un po’ degli organi di mira, che secondo me, sono un po’ il punto debole di quest’arma. D’altronde a quel prezzo non si potrebbe pretendere di più. Il mirino montato sulla volata della canna, è protetto da un grosso e vistoso tunnel. Il tutto è avvitato tramite un tappo alla volata della canna su cui è presente una filettatura. Chi volesse montare un’ottica (e praticamente si è obbligati a farlo), ed eliminare le mire classiche, dovrà fare i conti con questa vistosa filettatura che pregiudica l’estetica dell’arma. Personalmente ho domandato in armeria i costi di un terminale, che andrebbe comunque adattato. Il costo è circa la metà dell’intero fucile. Così ho utilizzato un piccolo tubo di plastica, montato dietro al tappo originale e verniciato di nero.

La tacca di mira è regolabile solo in alzo, tramite vite micrometrica, mentre per regolare la deriva, occorre usare un piccolo cacciavite. Sconsiglio però di regolare la deriva, tanto l’operazione non sarà mai precisa. E' preferibile cercare di correggere piuttosto i propri difetti di mira. La cosa migliore però è quella di eliminare totalmente mirino e tacca di mira e di montare un’ottica al loro posto. Un red dot o una qualunque 4x32 viene accolta decisamente bene dalla piccola slitta da 11 mm posta sopra all’otturatore, a patto di montare entrambi gli attacchi nella parte posteriore, anziché a cavallo delle torrette. Per montare un'ottica di maggiori dimensione è preferibile trovare il sistema di montare anche un attacco in posizione più avanzata.

La Baikal IZH-61 viene venduta nella solita scatola di cartone con all’interno un foglio di carta oleata che racchiude una molla di ricambio e una bacchetta in metallo per la pulizia della canna o per rimuovere eventuali pallini inceppati. Un caricatore di riserva, inizialmente legato alla canna con dello spago e il libretto di istruzioni in Inglese e Russo. L’arma si è rivelata con l’utilizzo affidabile e discretamente precisa, nonché molto divertente. Inizialmente sconcertano un po' gli scricchiolii che emette durante la fase di caricamento. La meccanica risulta essere molto esposta, per questo motivo si sentono molti rumori metallici, sia in fase di carica che in quella di sparo. Il calciolo tende a piegarsi durante la carica.

Baikal IZH61
La Baikal IZH-61 rappresenta una valida ed economica alternativa alle carabine PCP e CO2, per tutti coloro che vogliono un'arma lunga in grado di sparare una serie di colpi in rapida sequenza, ma che non amano i cali di potenza tipici delle carabine alimentate dalla bomboletta di anidride, o che non sono disposti a mettere pesantemente mano al portafogli per portarsi a casa una PCP. Da parte sua questa Baikal, permette di realizzare rosate di tutto rispetto, in tempi veramente ristretti. Lo sforzo necessario al caricamento del pallino risulta veramente minimo e la movimentazione della leva d'armamento agevole. In questa maniera è possibile sparare con facilità i 5 colpi contenuti nel caricatore in una decina di secondi. Non credo che una PCP con movimento bolt action possa essere molto più veloce della Baikal IZH61. Il meglio di se la IZH-61 lo esprime nel plinking spensierato e veloce; procuratevi una buona scorta di barattoli e lattine, una scatolina di buoni diabolo e il divertimento è assicurato.

Alessandro (2009)

Baikal IZH61
Le energie misurate alla bocca della carabina. Siamo molto lontani dal limite dei 7,5 Joule. La carabina è precisa fino ad una distanza di 15 metri. Produrre delle belle rosate già a 20 metri risulta difficile.
Baikal IZH61
La carabina come appare dopo le modifiche.
Baikal IZH61
Il calciolo in gomma che ho aggiunto è utile ad ammortizzare il colpo sulla spalla.
Ho chiesto lumi su di un forum riguardo l'eliminazione del famigerato supporto della tacca di mira, responsabile secondo molti della scarsa precisione della carabina quando si spara in appoggio. Secondo molti il supporto funziona da “perno” facendo ruotare la carabina che quindi perde di precisione. In effetti ho provato ad eliminare il supporto ma anziché notare un miglioramento, mi è sembrato addirittura di percepire dei peggioramenti. Sparando in appoggio le rosate si erano si ristrette, ma non riuscivo a centrarle. Era come se il punto di impatto risultasse casuale ogni volta che cambiavo la posizione di sparo. Senza contare che, senza il supporto, la vibrazione dell'arma all'atto dello sparo si ripercuoteva su tutta la struttura e soprattutto sull'ottica. Sono convinto che il problema principale di questa carabina sia dovuto al fatto che il tubolare che contiene molla e pistone è inclinato rispetto alla canna e non alla presenza del famigerato supporto. Le reazioni dovute alla forza di rilascio della molla non risultano quindi il linea con l'asse della canna. Se in una carabina classica tali reazioni provocano movimento dell'arma diretto in avanti e indietro, nella IZH 61 provocano una rotazione prima verso l'alto e poi verso il basso. In pratica la IZH 61 anziché rinculare, salta. A mio avviso il meglio di se la carabina lo da sparando all'imbracciata, con la mano debole che stringe l'astina in modo da non farla saltare. Si può sparare in ginocchio o seduti, sempre tenendo l'arma per l'astina e appoggiando i gomiti alle ginocchia per avere una maggiore stabilità, ma se spariamo in appoggio la carabina salterà sicuramente, prima verso l'alto e poi verso il basso. Il basso peso poi, non aiuta certo la stabilità. Il risultato è che sparando in appoggio, alcuni colpi se ne andranno per i fatti loro.
Baikal IZH61
Il supporto anteriore dove era inserita la tacca di mira. Alla fine dopo tante prove l'ho lasciato. L'ho girato in modo che rimanesse più spazio per l'ottica e per fare in modo che non impegnasse più, la cianfrinatura sulla canna che lo bloccava. Anche la vite centrale che lo stringe alla canna è sparita. In questa maniera, la canna è fissata al calcio ma è comunque libera di scorrere avanti e indietro.
Baikal IZH61
Il supporto di plastica non fissa l'ottica al telaio ma la lascia leggermente libera di vibrare. Avevo notato che bloccando questo supporto anteriore le rosate si disperdevano maggiormente. Evidentemente il castello in materiale plastico è poco rigido e la canna si torce un po' durante lo sparo.
Baikal IZH61
Un altro particolare del supporto che è collegato ad un attacco weaver.
Baikal IZH61
Un piccolo accessorio utile a premere i diabolo all'interno degli alloggiamenti del caricatore.
Baikal IZH61
Alcune rosate realizzate da 20 metri in posizione libera.
 
Argomenti di interesse:
Kalibrgun Cricket calibro 4,5 mm libera vendita
LO STRAPPO (Perché i miei colpi vanno sempre a finire in basso a sinistra?)
Calcio autocostruito per Norconia B2

Non si tratta di un sito commerciale di vendite on-line.
Nessuno degli oggetti descritti è messo in vendita su questo sito.
Sito amatoriale a solo carattere divulgativo e informativo.
Tutti i diritti dei marchi presenti all'interno del sito appartengono ai legittimi proprietari.
Non si intende infrangere alcun diritto d'autore.
L'autore si impegna a rimuovere nel più breve tempo possibile, tutte le fotografie, disegni e grafici, che siano stati presi dalla rete, qualora i legittimi proprietari ne facciano esplicita richiesta.
Umarex Colt 1911-A1 Dark Ops
NEWS
13/10/2013. Dopo quasi un anno di attesa sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana Serie Generale - n. 234 del 5-10-2013 le ultime catalogazioni riguardanti le armi a modesta capacità offensiva. Molte sono le novità. ... (continua ...)
13/11/2012. Apparse sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana Serie Generale - n. 261 del 8-11-2012 le ultime catalogazioni riguardanti le armi a modesta capacità offensiva. Per gli amanti del tiro dinamico, simulato in versione 4,5 mm BB a CO2, la Tanfoglio importa direttamente ... (continua ...)
30/08/2012. Finalmente, quando ormai non ci speravamo quasi più, sono apparse sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana Serie Generale - n. 201 del 29-8-2012 le ultime catalogazioni riguardanti le armi a modesta capacità offensiva. Interessantissime novità per tutti coloro ... (continua ...)
06/07/2012. Voglia di Black Gun ad aria compressa? Al recente Exa, la TFC ha presentato questa interessantissima riproduzione del ormai arcinoto M4. Funzionamento a pompa, PCA multistroke, canna rigata, questo Crosman M4 in calibro .177, oltre ad avere una linea molto fedele ... (continua ...)
06/07/2012. Definita come il "Santo Graal" dagli appassionati di aria compressa, la FX Indipendence è una carabina ad aria precompressa, con serbatoio caricabile tramite pompa incorporata all'interno della stessa arma. Qualcuno potrebbe obbiettare che si tratta semplicemente di ... (continua ...)
Images Gallery
Idee, appunti e spunti dal Web
Ancora un bell'articolo dal sito FTI Campania.

La scelta del pallino

Just Pistol è uno dei più autorevoli siti di recensione di armi soft-air. Questo è il suo blog, dove vedere tutte le ultime novità.

Just Pistols Blog

Un sacco di recensioni video di armi ad aria compressa. In polacco, ma le immagini valgono più di 1000 parole.

KOLTERtv

Un programma balistico veramente facile da utilizzare. Il ricco database di pellets lo rende anche molto affidabile nei calcoli.

www.chairgun.com

TheHiddenPart
Lezioni di Airguns dal famoso sito PyramydAir. Una serie di filmati a tema che ci introdurranno passo passo all'aria compressa. In Inglese, ma da vedere assolutamente.

Airgun Accademy
VISUALIZZA TUTTI I LINKS

Commenti

Alessandro
03 Ott 2014, 09:27
Hai provato a contattare GB Verrina?

Www.gbverrinashop.it

Ciao
claudio
03 Ott 2014, 08:53
Salve,sapete dove posso acquistare il caricatore della baikal izh-61?
Alessandro
30 Mag 2013, 17:58
GB Verrina. Ma sono passati parecchi anni.

www.gbverrinashop.it
Alessandro
30 Mag 2013, 17:57
GB Verrina. Ma sono passati parecchi anni.

http://www.gbverrinashop.it/
SAL
30 Mag 2013, 10:34
per favore mi dici dove hai acquistato il modello baikal izh61 con grilletto degolabile con le due viti?...
per intenderci quello che vedo illustrato nell'articolo...
io mi sto dannando per averlo ma trovo in commercio solo il modello izh mp61 ossia quello che ha il comunissimo grilletto di qualuque carabina ad aria compressa

attendo tua risposta alla mia mail
ciao grazie
Nico
24 Ott 2012, 18:08
Grazie del parere Alessandro, in effetti la carabina è stata acquistata da mio padre qualche anno fa, e la confezione originale con i ricambi in dotazione non si trova più purtroppo. Seguirò i tuoi consigli, e quando smonterò la pistola ti confermerò l'intercambiabilità o meno delle molle, magari può essere un'informazione utile anche ad altri. Grazie come sempre
Alessandro
24 Ott 2012, 10:17
La molla della Baikal IZH 61 in effetti è piuttosto piccola, e potrebbe anche entrare in una pistola. Non saprei che dire.

La molla di ricambio doveva già essere nella confezione. Per i ricambi contatterei per prima cosa l'importatore:

Prima Armi Srl - viale Kennedy 8, 10064 Pinerolo (To) - www.primarmi.it

se non li trovi prova a chiedere a Verrina (www.gbverrina.net)

ciao
Nico
23 Ott 2012, 23:58
Ciao Alessandro, possiedo una Izh61 e dopo alcuni anni di utilizzo vorrei sostituire la molla e la guarnizione del pistone. Tu sai dove si possono reperire questi ricambi? Su airgunspares.co.uk non li trovo. Io possiedo anche una pistola Baikal izh53m, e leggendo le caratteristiche pare che la molla di quest'ultima sia uguale a quella della izh61, é possibile? Al piú presto proveró a smontarle per verificare..
Alessandro
10 Mag 2011, 17:54
Direi che non è bancata in Italia.

E' sufficiente andare sul sito di Bignami e fare una ricerca sul catalogo nazionale delle armi comuni da sparo. Non c'è.
lucio
10 Mag 2011, 15:53
salve, da appassionato di carabine ad aria compressa "pcp" chiedo se sia possibile acquistare qui in Italia la carabina inglese
"FX MONSOON"SEMIAUTOMATICA CAL. 4,5-PCP; E SE SI QUALE SIA L'ARMERIA CONVENZIONATA CHE LA VENDE.
GRAZIE
Alessandro
13 Giu 2010, 12:04
Una Nikko Stirling Gold Crown 3-9x42. Ma non era molto adatta.
danilo
12 Giu 2010, 18:38
che ottica hai montato sul Baikal IZH-61 ??????
*Nome:
Email:
Notifica di nuovi commenti a questo articolo
Nascondi la mia email
*Commento:
 
 
Powered by Scriptsmill Comments Script
Per informazioni, consigli, precisazioni o quant'altro potete lasciare un messaggio. Risponderò appena mi sarà possibile. Vi chiedo gentilmente di prestare attenzione alla pagina in cui inserite i vostri messaggi. Per una maggiore coerenza, inserite le vostre domande all'interno delle pagine che trattano l'argomento specifico, oppure sulla Home Page. Per mancanza di tempo non mi è possibile rispondere più volte alla stessa domanda, quindi è importante che ricordiate la pagina su cui avete inserito la vostra richiesta, in modo da poter leggere la risposta. Inserendo l'indirizzo email verrrete automaticamente informati dei nuovi messaggi. L'indirizzo e-mail rimarrà nascosto, in modo da evitare lo spam.

Siete cortesemente pregati di non fare alcun riferimento a pratiche illecite. I messaggi riguardanti argomenti illegali, verranno rimossi senza dare alcuna spiegazione.
 
 
 
 
 
 


 
 
 
 
Raccolta di
termini tecnici, definizioni e curiosità
del mondo delle armi
0...9 - A
 
B
 
C
 
D
 
E
 
 
F
 
G
 
H
 
I
 
J - K - L
 
M
 
N - O
 
P - Q
 
R
 
S
 
T
 
U-V-W-X-Y-Z